Project Description

Le nostre ricette

Appetitose ricette per assaporare appieno il gusto della Pasta di Montagna. Provale e facci sapere quale preferisci. Buon appetito!

Ricette di ottobre: Chitarrine con tartufo scorzone invernale

INGREDIENTI 4 PERSONE
  • 320 g di Chitarrine Pasta di Montagna (cottura 3 min)
  • 1 tartufo scorzone invernale di medie dimensioni
  • 60 g di burro
  • Sale q.b.
  • Pepe q.b.
  • 1 spicchio d’aglio (a piacere, si può omettere)
NOTE

Una la ricetta semplice, veloce e dai sentori potentissimi!

Condividi questa ricetta!

Ottobre è il mese in cui ci lasciamo definitivamente l’estate alle spalle. Sporadici raggi di sole ci illudono e mostrano le fragilità di un inverno che è alle porte. La fredda stagione però ci regala anche numerosissimi ingredienti da mettere in tavola, freschi e super gustosi, come il tartufo scorzone invernale, detto anche tartufo uncinato.

Cosa potrebbe esserci di meglio se non abbinarlo a delle chitarrine di Pasta di Montagna che così perfettamente si sposano con i ricchi sentori che si possono estrapolare da questo magnifico fungo ipogeo che ci dona la nostra terra? Gli ingredienti che occorrono per realizzare questo piatto, genuino e profumatissimo, non sono numerosi, perché la bontà si cela dietro ricette semplici e ben eseguite, è infatti il procedimento in questo caso a fare la differenza.

Tartufo nero scorzone invernale

CHITARRINE AL TARTUFO SCORZONE: IL PROCEDIMENTO

Iniziamo mettendo una pentola con abbondante acqua sul fuoco. Nel frattempo, prendiamo una padella ampia e dai bordi alti e mettiamola sul fuoco. Al suo interno, una volta calda, possiamo porre a soffriggere lo spicchio di aglio, oppure omettere questo passaggio se lo si preferisce, in ogni caso ricordiamo di togliere lo spicchio non appena diviene dorato. In seguito, nella padella poniamo a sciogliamo a fuoco lento il burro. 

Aggiungiamo al nostro burro fuso le scaglie di tartufo affettandole a piacere (sarebbe ideale trattarle con lo strumento apposito, ma si possono anche grattugiare in ampi e sottili listelli). Non appena avremo aggiunto il tartufo preoccupiamoci di spegnere il fuoco sotto la nostra padella altrimenti tutti gli aromi del nostro prezioso tartufo verranno persi, la padella dev’essere infatti calda ma non rovente a temperature troppo elevate.

Ricordiamo che il tartufo scorzone invernale, per sprigionare il giusto aroma, ha bisogno di essere riscaldato ma trattandosi di un fungo ipogeo costituito per l’80% da acqua, con un biosistema molto delicato, la sua è un’essenza fragile, volatile e per questo non è consigliato prolungare troppo l’esposizione al calore, basta appena un minuto.

L’acqua sarà giunta a ebollizione e, dopo averla salata, possiamo tuffarvi le nostre Chitarrine di Pasta di Montagna, che saranno pronte in pochi minuti come indicato sulla confezione. Una volta cotte, riaccendiamo la fiamma sotto la padella dai bordi alti contenente il nostro burro aromatizzato al tartufo, per poi saltare la pasta all’uovo delicatamente, così da creare un’emulsione tra i grassi del burro al tartufo e gli amidi che le nostre chitarrine rilasceranno in padella.

Una grattata di pepe a piacimento (che è un forte esaltatore del gusto del tartufo) e il piatto è servito e pronto da gustare caldo e profumato, con tutto l’aroma di un autunno che è alle porte e porterà in tavola dei magnifici sapori, tutti da abbinare alle nostre paste all’uovo.